Come produciamo la nostra birra al miele?

Come produciamo la nostra birra al miele

La birra è un prodotto che trova la sua lavorazione già nell’antichità e il suo processo produttivo non ha subito subito grandi modifiche nei secoli, ma piuttosto nei mezzi con cui si produce.

Si parte dalla coltivazione dell’orzo che poi verrà maltato.

La maltazione dell’orzo avviene in degli enormi “forni” che da prima fanno germinare il chicco, per poi tostarlo a diversi gradi.

Il malto così creato viene frantumato con dei mulini che lo macineranno con il grado di finezza scelto dall’esperto birraio.

È molto importante che sia della giusta frantumazione per poter avere la massima resa durante l’ammostamento.

È durante questo processo che avviene l’estrazione degli zuccheri, che passeranno dai chicchi all’acqua, è importante quindi che l’orzo sia della giusta grandezza per poter estrarne il più possibile grazie al calore e alla miscelazione.

Quando ormai il malto non ha più zuccheri questo deve essere separato dalla parte liquida che è il mosto, ecco quindi che avviene la filtrazione.

La filtrazione del mosto avviene in un tino in cui ci sarà il lavaggio del malto per estrarre gli ultimi zuccheri che trasformerà il malto in trebbie.

Una volta ricavato il mosto dal malto si fa bollire per un certo periodo per renderlo omogeneo e per eliminare tutti i batteri e i lieviti che non sono di aiuto nella produzione della birra.

Solo verso la fine della bollitura si aggiungono gli ingredienti, come il luppolo e il miele, per aromatizzare quella che sarà la birra e preservarne i profumi.

Con la decantazione, che avviene grazie a una sorta di vortice, si tolgono tutti quei residui e pezzetti che si sono creati durante la bollitura degli ingredienti.

Il liquido più limpido dato dalla decantazione va a finire nel fermentatore (come un enorme damigiana) in cui avverrà la prima fermentazione grazie ai lieviti che sono stati accuratamente selezionati e aggiunti nella fase di bollitura.

Per la fermentazione ci vogliono circa 4 settimane a seconda dalla velocità dei lieviti di trasformare gli zuccheri in alcool. 

Arriviamo così verso la fine della prima parte di lavorazione, passato il tempo necessario si prende quello che è ancora il mosto e lo si imbottiglia.

Le bottiglie vengono lasciate riposare in magazzino a temperatura controllata per altre 3-4 settimane, al termine di questo periodo abbiamo ottenuto la Birra Artigianale al Miele Biologica BioFevari.

27,60 Iva inclusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

[]

Birrificio Artigianale Biologico Biofevari

TI REGALIAMO SUBITO 2 SCONTI!


PER UN TOTALE DEL 25% DI SCONTO.

Benvenuto!

Ti regaliamo 20% di sconto per il tuo primo acquisto utilizzando il codice s1ordine e un 5% di sconto aggiuntivo se vorrai iscriverti alla nostra newsletter.